BACENO - VEGLIA - DEVERO

Baceno ( 655 m s.l.m.)

Situata nella nicchia di una liscia parete che piomba sulla piana di Verampio.
Sorge alla confluenza della valle del Devero con quella del Toce.
La parrocchiale, la chiesa di San Gaudenzio, al vertice di uno sperone roccioso, è monumento nazionale di epoca romanica-gotica del XII sec. e costituisce il richiamo maggiore per la sua maestosità, conserva un composito patrimonio d'arte: dipinti, sculture, vetri istoriati e varie decorazioni architettoniche di varie epoche e scuole.
Il nome di Baceno compare per la prima volta nel 918.
Ha particolare importanza la bellezza dei luoghi e dell'Alpe Devero (m. 1631) dove è presente una sciovia che porta fino a quota 2000.
Rappresenta il luogo ideale per i soggiorni familiari, potendo soddisfare le esigenze di un salubre riposo e divertimento per tutti. Inoltre viene denominata come una delle ultime "montagne vere" poichè offre una flora e una fauna non comuni e una situazione geologica unica; offre un territorio pressochè intatto e un ritmo di vita sconosciuto ai giovani e rimasto un lontano ricordo per gli anziani.
Si trova al centro di un'eccezionale scultura naturale che l'alternarsi delle glaciazioni e periodi interglaciali hanno scolpito sulle rocce nel corso dei millenni. Queste sculture sono visibili sotto forma di orridi e marmitte. È un territorio che vanta una ricchezza mineralogica e presenta numerose piste ben innevate attrezzate da impianti di risalita per la stagione invernale-primaverile.

Baceno4.jpgBaceno2.jpgBaceno5.jpgBaceno3.jpgBaceno1.jpg

Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni